Un pensiero su “Incontro del 30 Gennaio – Materiali Propedeutici

  1. Maurizio Tedeschi

    Pur apprezzando lo sforzo organizzativo e l’opportunità che si dà ai Cittadini di confrontarsi su temi così importanti, c’è il timore che il pareri raccolti avranno poco seguito.
    Aprire gli incontri con informazioni, forse tecnicamente corrette, ma che sembrano peccare di forti errori, come una crescita della popolazione nell’Unione del 20% in 15 anni ricavando il dato dal trend 2003-2010 senza tenere conto delle ragioni intrinseche che hanno procurato quel trend e senza contare che negli ultimi 3 anni il mondo è cambiato, è forviante.
    Anche disegnare un percorso ferroviario Vignola-Sassuolo quando il tratto Vignola-Bologna è un papale esempio di inefficienza distoglie da una seria discussione; invece di ragionare sul completare e far funzionare l’esistente si pensa alle solite opere “faraoniche” di dubbia utilità e che non si finiranno mai (Pedemontana docet).
    Non aggiungo altro per brevità…
    Altra critica è al metodo: riassumere i pareri raccolti come asettico elenco, senza darne il “peso”, cioè senza evidenziare se un parere era di un singolo (e magari criticato dagli altri) piuttosto che dalla piena maggioranza è secondo me un errore. Non trovo giusto che tutti i pareri vadano riportati alle Amministrazioni allo stesso modo e con lo stesso valore per lasciare la libera scelta ai Sindaci (o chi per loro).
    In democrazia è il parere della maggioranza che deve valere e chi decide deve avere chiaro cosa dice la maggioranza.
    Comunque complimenti alla professionalità dei facilitatori.
    Cordiali saluti
    Maurizio.

I commenti sono chiusi.