Il Territorio

Il territorio del PSC Intercomunale

L’Unione “Terre di Castelli” è, oggi, un territorio costituito da otto Comuni della Provincia di Modena: Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Savignano sul Panaro, Spilamberto e Vignola ( 5 Comuni fondatori), Guiglia, Marano sul Panaro e Zocca (3 Comuni dell’Ex Comunità Montana Modena Est, associatisi nel 2009).

I territori dei Comuni di Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Savignano sul Panaro, Spilamberto e Vignola sono posti tra la provincia di Bologna a est (area pedecollinare caratterizzata dai comuni di Bazzano, Crespellano e Zola Predosa), l’area più comunemente nota come comprensorio delle ceramiche a ovest (area pedemontana dei Comuni di Maranello, Formigine, Fiorano e Sassuolo), e la vasta area “metropolitana” dei comuni posti a nord lungo la Via Emilia (Modena, S.Cesario e CastelfrancoEmilia).

Il PSC Intercomunale si pone pertanto obiettivi d’area vasta, coerentemente con lo spirito della legge urbanistica regionale (L.R.20/200 ss.mm.ii.), prevedendo un approccio all’analisi territoriale sia di scala intercomunale, per i temi strategici, sia di scala comunale, nel caso in cui il tema affrontato non sia  di rilevanza specifica al di fuori di questa dimensione territoriale, ed in coerenza con i livelli sovraordinati.

In particolare, assumendo come propri i principi della Carta di Aalborg ai quali l’Unione ha aderito, il nuovo PSC perseguirà l’individuazione e la valorizzazione delle qualità territoriali naturali ed antropiche, e in particolare si concentrerà su criteri e temi specifici come i beni culturali e naturali, la mobilità, la qualità urbana e del territorio urbanizzabile, ma anche la riorganizzazione del territorio rurale e naturale.